martedì 23 dicembre 2008

"Prima della Prima"

Questa notte, all' 1:40, su rai tre, andrà in onda la puntata di Prima della Prima dedicata al mini-festival fiorentino "Recondita Armonia" dello scorso ottobre. Ricordo a tutti che Daniela, nei panni di Tosca, proprio in quell' occasione, fu costretta a bissare, a grandissima richiesta, il "Vissi d' arte...".
Era dal 1956 (complice Renata Tebaldi come Violetta) che a Firenze non veniva concesso un bis...

BUONA VISIONE!!

giovedì 18 dicembre 2008

"La Vergine degli Angeli..."

Da La Forza del Destino di Montecarlo (25 gennaio 2008)

video

Choeur de l'Opéra de Monte-Carlo, Choeur de l'Opéra royal de Wallonie, Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo; Alain Guingal

martedì 9 dicembre 2008

Daniela e Fabio intervistati su "Chi"


Di corsa dal giornalaio!!! Sul numero 50 del settimanale Chi, in edicola da oggi a mercoledì 17 dicembre, potrete trovare una succosissima intervista a Daniela a Fabio!!
Buona lettura!!!

martedì 2 dicembre 2008

Con Daniela tutte le serate diventano... d' Onore!!


Sabato 6 dicembre, alle ore 21:30, tutti sintonizzati su rai uno: Daniela parteciperà e, credo, si esibirà nella puntata di Serata d' Onore dedicata alla lirica. Il programma, condotto da Pippo Baudo, verrà trasmesso anche sul sito: http://www.rai.tv/mplive/0,,LiveTv%5E2,00.html

BUONA VISIONE!!

"Se voi scacciate questa pentita... Tua grazia, o Dio..." con Burchuladze:

Da La Forza del Destino di Montecarlo (gennaio 2008):

video

DONNA LEONORA: Daniela Dessì
PADRE GUARDIANO: Paata Burchuladze

Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo; Alain Guingal

domenica 30 novembre 2008

"Chiedo il superiore... Infelice, delusa, reietta..." con Burchuladze e De Candia:

Da La Forza del Destino di Montecarlo (gennaio 2008):

video

DONNA LEONORA: Daniela Dessì
PADRE GUARDIANO: Paata Burchuladze
FRA MELITONE: Roberto De Candia

Choeur de l'Opéra de Monte-Carlo - Choeur de l'Opéra royal de Wallonie
Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo; Alain Guingal

venerdì 28 novembre 2008

"Son giunta... Madre, pietosa Vergine..."

Da La Forza del Destino di Montecarlo (2008):

video

Choeur de l'Opéra de Monte-Carlo / Choeur de l'Opéra royal de Wallonie
Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo; Alain Guingal

giovedì 27 novembre 2008

TRIESTE: ecco un artista... anzi tre!!!



"Coraggiosa scelta quella del Teatro Verdi di Trieste di inaugurare la stagione con un titolo particolare e sempre troppo desueto come la Francesca da Rimini di Zandonai..."

Ecco, così avrei voluto iniziare questo post.
Ed invece, grazie alle scelte di un governo che vuole farci credere che la Cultura non sia un diritto, non sia un bene indispensabile per la crescita dell' individuo, ecco abbattersi la scure dei tagli. Tra cui quelli inflitti al Fondo Unico per lo Spettacolo che hanno drasticamente diminuito i finanziamenti statali ai Teatri. Così la Fondazione triestina si è trovata, nel giro di pochi mesi, a dover cercare un' alternativa per utilizzare gli artisti già sotto contratto. Ed eccoci quindi a questa Tosca (impiego migliore non poteva essere fatto).

Daniela Dessì conferma ancora una volta l' indissilubilità del suo legame con la passionale Floria. Ogni parola, ogni frase, ogni accento sembra uscire non dall' opera di Puccini, non dal libretto di Illica e Giacosa, ma dalla stessa Daniela tanto appare intimamente vissuto. Era la quarta volta nel giro di sei mesi che la vedo vestire i panni di Tosca ed ogni volta riesce a strabiliarmi, a trasmettermi qualcosa di nuovo.
Al suo fianco uno dei migliori Cavaradossi di sempre: Fabio Armiliato. Ed anche qui l' identificazione col personaggio è pressocchè totale e passa attraverso una magistrale linea di canto piegata ai toni lirici del primo atto, a quelli drammatici del secondo e che trova il suo terreno d' elezione in un commoventissimo "E lucevan le stelle" dalla miracolosa mezzavoce su "disciogliea dai veli".
Juan Pons è una Scarpia catalizzatore, forse in taluni punti un po' troppo sopra le righe, ma di sicuro impatto teatrale.
Non convince molto, invece, la direzione di Donato Renzetti, spesso palesemente lontana dal desiderio di "accompagnare" i cantanti (che per un direttore d' Opera dovrebbe essere basilare...)
L' allestimento scelto, coprodotto tra la Fondazione Arena di Verona e il Teatro delle Muse di Ancona e firmato di Giovanni Agustinucci, appare un po' inconcludente, teso a caricare la vicenda di discutibile aneddotismo sadico (l' inizio del secondo atto coi due lottatori seminudi è davvero gratuito...).

Alla fine successo per tutti!


25 novembre 2008; Trieste, Teatro Verdi

TOSCA

FLORIA TOSCA: Daniela Dessì
MARIO CAVARADOSSI: Fabio Armiliato
IL BARONE SCARPIA: Juan Pons
CESARE ANGELOTTI: Alessandro Svab
IL SAGRESTANO: Nicolò Ceriani
SPOLETTA: Gianluca Bocchino
SCIARRONE: Giuliano Pelizon

Maestro Concertatore e Direttore: Donato Renzetti

Regia, scene, costumi e luci: Giovanni Agostinucci

lunedì 24 novembre 2008

La Scala come San Siro!!!



Vi ricordo che sono già in vendita i biglietti per il recital scaligero di Daniela del 19 gennaio... Dalle prime anticipazioni sul programma (che ovviamente tengo celate con gelosa custiodia...) vi posso assicurare che si tratterà di una sarata davvero STORICA!!

Per l' acquisto: http://www.vivaticket.com/evento.php?id_evento=239474

Ci si vede a Milano!!!

domenica 23 novembre 2008

"Ah per sempre... Pronti destrieri..." con Fabio:

Da La Forza del Destino di Montecarlo (27 gennaio 2008):

video

DONNA LEONORA: Daniela Dessì
DON ALVARO: Fabio Armiliato
IL MARCHESE DI CALATRAVA: Enzo Capuano
CURRA: Karine Ohanyan

Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo; Alain Guingal

giovedì 20 novembre 2008

"Applausi"...per Daniela!!


Sabato 22 novembre Daniela verrà intervistata da Gigi Marzullo, nel programma Applausi.
L' appuntamento è quindi su Rai Tre alle 23:55... buona visione!!!

"Me pellegrina ed orfana..."

Da La Forza del Destino di Montecarlo, 27 gennaio 2008:


video

DONNA LEONORA: Daniela Dessì
IL MARCHESE DI CALATRAVA: Enzo Capuano
CURRA: Karine Ohanyan

Orchestre Philharmonique de Monte-Carlo; Alain Guingal

mercoledì 12 novembre 2008

"Chi è là? Otello?" con Domingo

Dal Gala Verdi di Parma del 2001:

video

domenica 9 novembre 2008

...e lucevan le Stelle!


Dalla nostra inviata CaludiaO.:

"Il Filarmonico di Verona rende omaggio a Puccini in occasione dei 150 anni dalla nascita. Sul palco, ovviamente, Daniela Dessì e Fabio Armiliato. Coinvolgenti, trascinanti, appassionanti. Diretti da un ottimo Marco Boemi che sa il fatto suo.

Daniela è splendida, come sempre. In abito rosso (prima) e nero (poi) si conferma una delle migliori interpreti puccinane dei giorni nostri è dà voce (e che voce!) a tutti quei personaggi semplici eppure complessi del Maestro di Lucca che sono entrati di diritto nell’antologia dell’opera italiana. Manon, Tosca, Butterfly, Liù. Struggente il duetto finale.

Fabio è in ottima forma, voce piena e timbro sicuro. splendido Cavaradossi, sfodera un suo cavallo di battaglia come “Ch’ella mi creda libero e lontano” in maniera pressochè perfetta e finisce con un “Nessun dorma” da ovazione. Il teatro è letteralmente infiammato.

A fine serata gli Artisti (perché di Artisti, con la “A” maiuscola, si tratta e ne abbiamo avuto l’ennesima conferma ieri sera) ci regalano il duetto del finale del primo atto di Bohème. “O soave fanciulla” non è in programma, ma chiudere con la morte di Liù probabilmente non renderebbe omaggio al genio creativo di Puccini, che in realtà è appassionato ed attaccato alla vita. Così il pubblico si scioglie in una delle pagine più belle della lirica pucciniana. Che m’ami dì, io t’amo. Fabio e Daniela sono catalizzanti sul palco. Commuovono e coinvolgono. Tanto che il pubblico richiede a gran voce il bis. E viene accontentato: “O mio babbino caro” (lei) e “Addio fiorito asil” (lui) accompagnati al pianforte da Boemi.
Ci sono serate che chi ama la buona musica difficilmente scorda. Il Gala Puccini di ieri sabato 8 Novembre al Filarmonico di Verona è stata una di queste."

Ricordo inoltre che in occasione di questa serata sono stati realizzate ben due registrazioni DECCA a tema pucciniano.

GALA PUCCINI
nel 150° anniversario dalla nascita


direttore: Marco Boemi
soprano: Daniela Dessì
tenore: Fabio Armiliato

voce recitante: Paola Gassman

Orchestra e Coro dell' Arena di Verona
maestro: Marco Faelli

PROGRAMMA:

- da Le Villi: Intermezzo sinfonico

- da Manon Lescaut: "Tu, tu amore?", Intermezzo

- da Tosca: "Vissi d' arte", "E lucevan le stelle", "Mario, Mario, Mario!"

- da Madama Butterfly: Coro a bocca chiusa, "Un bel dì vedremo"

- da La Fanciulla del West: "Ch' ella mi creda"

- da Turandot: "Nessun dorma", "Tu che di gel sei cinta" e morte di Liù

- da La Bohème: "O soave fanciulla"

bis:

- da Gianni Schicchi: "O mio babbino caro"

- da Madama Butterfly: "Addio fiorito asil"


lunedì 3 novembre 2008

"Già nella notte densa..." (da "La barcaccia")

Ecco il duetto cantato con Fabio alla serata romana dedicata ai vent' anni della trasmissione radiofonica La Barcaccia (27 ottobre 2008):

video

"Ave Maria..." (OTELLO); Parma 2001

Dal Gala Verdi:


video

domenica 2 novembre 2008

"Pace pace mio dio..."

Dal Verdi Gala; Parma 2001:

video


E qui dal Tucker Gala; Malta 2007:

http://it.youtube.com/watch?v=_Athwbng9Ok


(STREPITOSI!!!!!!)

venerdì 31 ottobre 2008

lunedì 27 ottobre 2008

11/11/08: Norma viene!!!


Finalmente l' estenuante attesa verrà ricompensata: martedì 11 novembre esce (etichetta "Hardy Classic Video"),in tutti i negozi di dischi, italiani e non, la SPETTACOLARE "Norma" di Bologna. Daniela, che debuttava il ruolo, venne unanimamente considerata dalla critica la "nuova Norma" tanto attesa, capace di porsi sullo stesso eccelso livello delle interpreti storiche (Callas, Sutherland e Caballè) pur riuscendo a distinguersi da esse grazie alla magia di un approccio totalmente originale.
Ricordo inoltre che lo stesso dvd, venerdì 14 novembre, sarà acquistabile in edicola assime a "L' Espresso", per la collana PassioneLirica.

29 aprile, 4, 7, 9 maggio 2008; Teatro Comunale di Bologna

NORMA di V. Bellini

NORMA: Daniela Dessì
POLLIONE: Fabio Armiliato
OROVESO: Rafal Siwek
ADALGISA: Kate Aldrich
CLOTILDE: Maria Luce Erard
FLAVIO: Antonello Ceron

Orchestra e Coro del Teatro Comunale di Bologna
direttore: Evelino Pidò
maestro del Coro: Paolo Vero

regia: Federico Tiezzi
scene: Pier Paolo Bisleri
sipari e fondali: Mario Schifano
costumi: Giovanna Buzzi
luci: Gianni Pollini


"
Il personaggio di Norma vocalmente c'è tutto, con un'evoluzione che parte da una "Casta diva" quasi di giovane spaurita e cresce verso la consapevolezza di donna matura. Rifuggendo da imitazioni, il soprano rimodella il personaggio sulla sua voce, fatta di dolcezze infinite ma capace di potenziarsi nell'invettiva violenta." M. Beghelli (Il Giornale della Musica)

" ...è il gusto quasi fisico, sensuale per la parola a fare di questa Norma una Norma unica, memore della lezione storica ma sostanzialmente indipendente nella sua profonda femminilità. E’ la donna ferita nei sentimenti e nelle passioni, è la madre, è furente ma dolorosa: il secondo atto, con il precipitare della tragedia, è così un capolavoro. Dormono entrambi chiama l’applauso a scena aperta, Deh non volerli vittime spinge alle lacrime e fa del finale un’umanissima apoteosi - l’ossimoro è voluto. La bellissima figura e il carisma scenico sigillano una prova d’altissimo profilo." R.Pedrotti (Gli Amici della Musica)

"
Daniela Dessì si dimostra padrona assoluta del personaggio in ogni situazione espressiva. Un fraseggio ineccepibile ed incisivo, la naturalezza di centri corposi ed un carisma scenico di grande impatto teatrale garantiscono all’interprete il totale consenso del pubblico. La caratterizzazione del ruolo risulta vincente in ogni sua sfaccettatura: da un lato l’algida statua marmorea, circondata da un’aura di regalità e mistero che trascende l’umano per screziarsi di soprannaturalità lunare, dall’altro l’umana figura terrena macchiata di sensuale carnalità femminile. L’interprete acquista sicurezza col procedere della recita e dopo un meraviglioso approccio al recitativo “Sediziose voci”, cantato con accenti imperiosi, solenni ed estremamente appropriati alla resa espressiva del testo poetico, non si lascia intimorire dal delittuoso inconveniente di uno squillo telefonico sull’attacco di “Casta Diva” e non soccombe di fronte ai temuti do dell’ “Ah, non tremare o perfido!” e, dimostrando di possedere un ottimo bagaglio tecnico, dà il meglio di sé nell’intimo e profondamente drammatico “Dormono entrambi”, preludio di una progressiva ascesa interpretativa che la vedrà trionfare nota dopo nota fino al compiersi del concertato finale. Inutile negarlo, crediamo si tratti di una Norma di assoluto riferimento nel panorama lirico contemporaneo" F. Tadolini (Operaclick)

"
... Daniela Dessì che da alla tormentata sacerdotessa non solo la sua voce sempre di bellezza assoluta. ma anche un'autorità vocale e scenica fortissima e un pathos crescente." L. Arruga (Il Giornale)

domenica 26 ottobre 2008

La barca(ccia) s' avvicina...


La Barcaccia, "il più amato, il più osannato, il solo e unico varietà operistico radiofonico quotidiano" (cito) , condotto da Enrico Stinchelli e Michele Suozzo, giunge quest' anno alla ventesima edizione. Per festeggiare un traguardo così importante ha quindi programmato, per domani sera, lunedì 27 ottobre, alle ore 20:30, una serata commemorativa con numerosi ed importanti ospiti. Tra questi, ovviamente, non potevano mancare i nostri Daniela e Fabio che, fonti interne, mi dicono canteranno il duetto dal primo atto dell' Otello...
Lo spettacolo, fortunatamante, verrà trasmesso in diretta su Radiotre Suite ed in streaming sul sito http://www.radio.rai.it/radio3/ascolta.cfm

Per prepararci all' ascolto, ecco lo splendido "Già nella notte densa..." dal cd Philips Love Duets:


video

sabato 25 ottobre 2008

Viva Dannie! Viva la nostra Dannie!


Una nuova perla da inserire nella collezione, doveroso omaggio di due grandissimi Artisti alle celebrazioni pucciniane di quest' anno:

LA FANCIULLA DEL WEST di G. Puccini

Minnie: Daniela Dessì
Jack Rance: Lucio Gallo
Dick Johnson (Ramerrez): Fabio Armiliato
Nick: Massimo La Guardia
Ashby: Andrea Patucelli
Sonora: Marzio Grassi
Trin: Marco Valeri
Sid: Massimiliano Valleggi
Bello: Federico Longhi
Harry: Orfeo Zanetti
Joe: Nicola Pamio
Happy: Claudio Ottino
Larkens: Veio Torcigliani
Billy Jackrabbit: Franco Boscolo
Wowkie: Fulvia Bertoli
Jake Wallace: Giovanni Guagliardo
Josè Castro: Giuseppe Riva
Un Postiglione: Steve Collalto

Orchestra e Coro CittàLirica
direttore: Alberto Veronesi
maestro del coro: Stefano Visconti

registrato dal vivo al Gran Teatro all' Aperto di Torre del Lago Puccini (LU), il 19/22/30 luglio e il 12 agosto 2005

pubblicato da Real Sound

lunedì 20 ottobre 2008

Tosca (davvero) divina!


Finalmente, passando attraverso una tracheite che l' ha costretta ad abbandonare la prima e a cancellare la seconda recita, Tosca è arrivata al Teatro Comunale di Firenze!! E che Tosca... La Floria di Daniela Dessì è una creazione perfetta, oggi più che mai senza rivali. Lo si percepisce sin dal suo ingresso in scena: in quei "Mario" che racchiudono tutta l' impazienza della donna fremente, palpitante, gelosa; lo conferma la vis drammatica ma nello stesso tempo dolorosamente vera esibita nel confronto con Scarpia; lo rende indiscutibile la duttilità con cui nel terzo atto riesce a passare magistralmente attraverso momenti così diversi come l' angosciato ricordo dell' omicidio, la visionaria certezza di un futuro assieme all' amato ed infine la rapida presa di coscienza dell' inevitabile finale. E non sto parlando di semplice capacità attoriali. Daniela Dessì è un' Artista talmente intelligente e raffinata da capire che la ricerca dell' espressione nel canto lirico passa innanzitutto attraverso la voce, attraverso i colori e gli accenti di quello comunemente definito appunto "fraseggio". Così, recuperando la lezione callassiana prima e scottiana poi, giunge a comprendere, per esempio, tutta la potenza che si cela nelle consonanti (illuminante in questo senso l' ultimo "perchè me rimuneri così?"), tutta la meraviglia del recitar cantando. Sì, perchè è bene ricordare che il canto della Dessì, come spesso Lei stessa ama sottolineare, è sempre e comunque di matrice belcantista, che si tratti di Mozart come di Mascagni. Una serata trionfale quindi, con autentiche ovazioni alla fine del "Vissi d' arte" e numerosissime richieste di bis. Che Daniela, sempre generosissima, soddisfa regalandoci così per ben due volte un magistrale compendio di tecnica ed espressività. Tra l' altro, sperando di non sbagliarmi, credo di poter affermare che fosse dalla Traviata della Tebaldi del '56 che a Firenze non si concedevano bis...
Tornando a questa "Tosca" aggiungo inoltre che nel cast figuravano lo squillante Cavaradossi di Marco Berti (che delude un po' nel terzo atto per la mancaza di mezzevoci e quindi del necessario aspetto malinconico) e il nasaleggiante (come già in Arena...) Scarpia di Alberto Mastromarino. La regia era curata da Mario Pontiggia che, cancellando tutte le innovazioni teatrali dell' ultimo cinquantennio, ci fa tornare alle (oggi decisamente anacronistiche) tele dipinte creando così uno spettacolo di pseudo-archeologia teatrale.

18/10/2008 Teatro Comunale di Firenze

Floria Tosca: Daniela Dessì
Mario Cavaradossi: Marco Berti
Il barone Scarpia: Alberto Mastromarino
Cesare Angelotti: Filippo Polinelli
Il sagrestano: Matteo Peirone
Spoletta: Mario Bolognesi
Sciarrone: Giovanni Bellavia
Un carceriere: Alessandro Luongo
Un pastore: Livio Menicucci

Orchestra e coro del Maggio Musicale Fiorentino
direttore: Antonio Pirolli
maestro del coro: Piero Monti
I Ragazzi Cantori di Firenze

regia: Mario Pontiggia
scene e costumi: Francesco Zito
luci: Giancarlo Salvatori
nuovo allestimento

mercoledì 15 ottobre 2008

Curatevi, mertate un avvenir migliore...


Da laRepubblicaFIRENZE del 13 ottobre:

Teatro Comunale esaurito con applausi, ma la Dessì è costretta a interrompere lo spettacolo
Tosca con la tracheite

di Gregorio Moppi

Indubbio successo di botteghino per Tosca al Comunale. Sala esaurita e assai plaudente. Segno che l´idea di un cartellone costruito su titoli popolari di Puccini e Mascagni ha fatto colpo. Obiettivo dell´operazione è portare in teatro, per quindici giorni fitti fitti di recite, più pubblico possibile (e magari nuovo), economizzando però sugli allestimenti. Il valore degli spettacoli è garantito principalmente dalla professionalità dei dipendenti di corso Italia, tecnici e musicisti. Per il resto si punta al decoro: il fascino d´antan delle scene dipinte, la correttezza di regie tradizionali che non tradiscono i libretti ma che talvolta impongono ai cantanti una gestualità stereotipata, bacchette di mestiere e voci capaci di reggere bene le loro parti. Dunque, letture senza ambizioni interpretative, un ribasso rispetto agli standard di un grande teatro europeo giustificabile soltanto da sacrosante ragioni di bilancio. In Tosca c´è sì una protagonista fascinosa e ammaliante quale Daniela Dessì. Ma una tracheite non le consente di proseguire oltre il primo atto (domani, comunque, dovrebbe cantare). Le subentra Annalisa Raspagliosi che così salva una serata dove gli altri colleghi (il tenore Marco Berti e Alberto Mastromarino) cantano soprattutto per procurarsi tanti battimani; dal podio Antonio Pirolli li asseconda in tutto, ma trascura il giusto risalto all´orchestra nei tre sontuosi finali d´atto.

sabato 4 ottobre 2008

Tutti a scuola da Daniela!


Speriamo di essere letti da parecchi giovani cantanti, perchè la notizia che ci apprestiamo a dare è davvero importante.
Per un artista alle prime armi, la possibilità di entrare in contatto con "mostri sacri" è sempre occasione estremamente formativa. Figuariamoci poi se questo veterano ha alle spalle 30 anni di carriera e circa 70 ruoli in repertorio...
Come avrete già capito stiamo parlando di Lei, la nostra Daniela che nel prossimo gennaio terrà le seguenti masterclass:
  • 12-17 gennaio: Torino (informazioni su www.cantoaccademiavocetorino.org )
  • 26-30 gennaio: Roma, Conservatorio Santa Cecilia)

Vieni in Roma, vieni o cara!!


Non vi è sfuggito vero?? Non avete perso la notizia clou di questo autunno??
Dicembre 2009...
Teatro dell' Opera di Roma...
GERMONT: Carlo Guelfi (...)
ALFREDO: Fabio Armiliato (interessante no? beh, sedetevi perchè il bello deve ancora arrivare...)
VIOLETTA: ....... Daniela Dessì!!!!!
Ebbene si, dopo lo splendido approccio(vedere i vedio su youtube, in cui, tra l' altro, compare un a dir poco magistrale "Sempre libera") dell' aprile 1994 a Tokyo, Daniela tornerà a vestire gli impegnativi panni della cortigiana parigina redenta per amore (che, detto tra noi, è forse l' opera preferita di chi scrive).
Spiace solo che sia stato scelto l' allestimento di Zeffirelli, nato già vecchio (poteva essere altrimenti?) la scorsa stagione...
Comunque... si organizzano pullman!!!
Si organizzano pullman!!

domenica 28 settembre 2008

Daniela e Fabio intervistati a TeleTutto





Dalla nostra inviata (quanto desideravo dirlo almeno una volta nella vita) Claudia O.:

Si è conclusa con l’intervista a Daniela Dessì e Fabio Armiliato la rassegna bresciana di TeleTutto “Lediecigiornate”. In diretta streaming , quindi, la coppia della lirica italiana. Lei in tailleur giacca-pantalone nero, con un filo di perle e un trucco leggero, lui in abito scuro e camicia bianca. E fin dalle prime battute possiamo notare la passione del canto, che li guida anche nella vita. Perché è attraverso la Musica che alle volte ci si comprende meglio, si superano piccoli screzi e disaccordi. Lo ammette Daniela quando confessa che il canto, la Musica è un loro punto d’incontro importante. Forse il più importante per due artisti di quel livello. L’intervista si snoda tra le principali tappe della loro vita di coppia. Entrambi nati a Genova, s’incontrano per la prima volta sul un volo tra New York il Giappone. La fama di lei (leggi: la sua voce) la precede. Poi arriva Nizza, arriva l’Andrea Chernier di Giordano. La prima opera che cantano assieme. E, neanche a dirlo, quella che entrambi portano nel cuore. Fabio confessa d’innamorarsi di Daniela ogni volta, ad ogni personaggio, sotto diversi aspetti. Tosca (un ruolo così inscindibilmente legato a tutte le cantanti liriche che vedrà Daniela impegnata a Firenze il prossimo Ottobre), Butterfly (altra parte che lei adora e che ha portato con grande successo in giro per il mondo), Maddalena di Coigny, la recente Norma che ha infiammato il Comunale di Bologna. Perché ogni volta è un trionfo: la bravura è sorretta dalla passione e quindi il pubblico è sempre coinvolto. Brescia ringrazia, ed è ricambiata. Rose bianche per festeggiare i 30 anni di carriera della più bella voce che il nostro teatro possa oggi vantare.


venerdì 26 settembre 2008


Domenica 28 settembre, alle ore 19:00, Daniela e Fabio verranno intervistati, nell' ambito della rassegna musicale "LeDieciGiornateDiBrescia" da una tv locale. Per vedere la diretta, collegarsi a http://www.teletutto.it/In_diretta/




...bigotto satiro che affina colle devote pratiche la foia libertina...



Vi riporto la notizia uscita su un altro blog:

A Franco Zeffirelli è bastato fare la voce grossa su alcuni quotidiani italiani e criticare l'operato di alcuni suoi colleghi registi, sicuramente più giovani di lui ma che avevano trovato spazio nella prossima stagione dell'Opera di Roma, per ottenere anch'egli un suo spazio nella stessa Stagione del Teatro della Capitale da lui stesso aspramente criticata fino a qualche giorno prima proprio negli articoli in questione. Il titolo sacrificato per far posto al regista fiorentino, che ha ricevuto una lezione di stile esemplare nella risposta data in un'intervista da Robert Carsen e che si trova allegata in calce a questa notizia, sarà l?ANDREA CHENIER che tutti gli appassionati d'opera aspettavano con ansia per la presenza nel cast di Daniela Dessì, Fabio Armiliato e Juan Pons nei ruoli dei protagonisti e con la regia di Federico Tiezzi, attesissimo dopo il trionfo della NORMA, sempre con la Dessì a Bologna, nella stagione scorsa. Il titolo che sarà proposto a Roma con la regia di Zeffirelli e che quindi sostituirà la prevista Andrea Chenier, sarà l'ennesima produzione di PAGLIACCI che andrà in scena già alcuni mesi prima al Comunale di Firenze e che, con ogni probabilità, sarà la riproposizione riciclata di una delle tantissime produzioni che il regista fiorentino ha sparso per il mondo dopo il grande successo del suo Film più di 30 anni fa. Ci si chiede a questo punto se fosse davvero il caso di penalizzare gli spettatori e tutti gli appassionati togliendo un titolo di grande attesa e di sicuro successo, visto il trionfo della coppia Dessì-Armiliato nella FANCIULLA DEL WEST nella passata stagione, per inserire un titolo soltanto con lo scopo di ottenere un consenso al programma della stagione dell'Opera di Roma da parte di chi l'aveva fino a quel momento fortemente criticata. E' giusto far notare notare che l'opera di Giordano manca dal Teatro dell'Opera di Roma da molte stagioni (è stata fatta all'aperto a fine anni 90) ed era già stata cancellata dal cartellone della Scala, per motivi ancora sconosciuti, proprio nel giugno di quest'anno per far posto a un'ennesima ripresa di TRAVIATA. Tempi duri quindi per il capolavoro di Giordano proprio a 112 anni dalla sua prima milanese (1896: La Scala, dove andò in scena per la prima volta, non celebrò neppure il centenario.) e proprio nel momento che, paradossalmente, ha trovato in Fabio Armiliato e Daniela Dessì due interpreti di grandissimo rilievo, come testimoniano il grande numero di recite da loro eseguite nei più grandi Teatri del Mondo e anche la recente pubblicazione della nuova produzione discografica fatta in studio per l'etichetta del Gruppo Universal.

martedì 2 settembre 2008

Norma in dvd!!!



Prendete una penna, un pennarello o meglio un evidenziatore... e segnatevi sul calendario il 14 novembre. Perchè?? Perchè con "L' Espresso" uscirà (FINALMENTE), per la collana Passione lirica.... la NORMA di Bologna!!!

Ai più smemorati ricordo che accanto ad una magistrale Daniela (sai che novità...) figuravano uno sfavillante Armiliato, nel ruolo del fetentone romano, e una notevole Kate Aldrich, nel ruolo della verginella concupita dalla straniero... il tutto "condito" dalla turgida direzione di Pidò (che se avesse fatto qualche taglio di meno ci sarebbe anche piaciuta di più...).


lunedì 1 settembre 2008

Puccini a Verona???


Forse, e sottolineiamo il forse in attesa di conferme ufficiali, in novembre al Teatro Filarmonico di Verona si potrà assistere ad un concerto pucciniano con la nostra Daniela e Fabio Armiliato.
Bello no? Sarebbe un po' il "remake" di quello bolognese di un paio di mesi fa (non ricordo bene la data precisa, maledetta vecchiaia che avanza...)...seratà però alquanto sfortunata: Daniela "assente per motivi familiari" e Fabio costretto a rinunciare alla seconda parte a causa di un' improvvisa indisposizione.
Attendiamo speranzosi...

sabato 30 agosto 2008

Francesca addio...


Lo conferma la stessa biglietteria del Teatro: la "Francesca da Rimini" prevista al Verdi di Trieste dal 18 al 29 novembre verrà sostituita da una produzione di "Tosca".
Il cast probabilmente resterà lo stesso già in contratto per il capolavoro di Zandonai:Daniela Dessì, Fabio Armiliato, Juan Pons.
Si attendono novità...

...si aprano le danze!!

Nasce un nuovo luogo di confronto e di discussione... un omaggio ad una Grandissima artista.
E' quindi con sommo piacere che oggi, sabato 30 agosto, posso finalmente dichiarare aperta la prima fanpage dedicata al più grande soprano tutt' ora in carriera!!!